Pagina 3 di 4 primaprima 1234 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 31 a 45 su 51

Discussione: Gianni e Claudio

  1. #31
    Eufonista L'avatar di BiO-dEiStA
    Registrato dal
    22/02/10
    residenza
    La terra delle tre stirpi
    Messaggi
    4,415
    Quote Originariamente inviata da axeUgene Visualizza il messaggio
    e una parte rilevante di questo successo la deve proprio a Baglioni, che è il suo papà in quanto codificatore di quella formula moderna del cuore infranto;

    Baglioni sarebbe (stato) un grande talento musicale, se solo avesse avuto gusto e senso della misura; il che, avrebbe richiesto testi taglienti e spigolosi alla De André e un cantato misurato e sobrio alla De Gregori;
    Baglioni non avrà senso della misura, ma Pausini sa solo cantare canzoni scritte da altri e nemmeno come voce è tutto 'sto granché. De Gregori ha sempre avuto la puzza sotto il naso ma è pessimo come cantante e come musicista, mentre come testi non si è mai avvicinato neanche lontanamente ai livelli di un De Andrè.
    Anche se non stanno dalla stessa parte, per conto mio un De Gregori è per la musica quello che per il cinema è un Nanni Moretti.
    Quote Originariamente inviata da Ned Flanders Visualizza il messaggio
    Sono stato tanto...ma tanto Laurina, lontano dal Signore: Ne ho combinate di cotte e di crude. Ti basti sapere soltanto questo....

  2. #32
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Registrato dal
    17/04/10
    residenza
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    11,536
    Quote Originariamente inviata da BiO-dEiStA Visualizza il messaggio
    Baglioni non avrà senso della misura, ma Pausini sa solo cantare canzoni scritte da altri e nemmeno come voce è tutto 'sto granché.
    io infatti ho solo scritto che Baglioni ha codificato il genere "canzone sentimentale italiana" degli ultimi 40 anni, Pausini inclusa;

    De Gregori ha sempre avuto la puzza sotto il naso ma è pessimo come cantante e come musicista, mentre come testi non si è mai avvicinato neanche lontanamente ai livelli di un De Andrè.
    Anche se non stanno dalla stessa parte, per conto mio un De Gregori è per la musica quello che per il cinema è un Nanni Moretti.
    ad un cantautore normalmente non è richiesta una grande capacità canora - pensa a Battisti, che nemmeno reggeva un live e la cui voce è stata letteralmente crocifissa;

    a me De Gregori non entusiasma per niente, però devo ammettere che esprime una sua poetica, riconoscibile; non so quanto all'epoca conoscesse Nick Drake - che invece mi entusiasma parecchio;
    però ha una sua ragion d'essere a "coprire quel ruolo";
    nemmeno sbagli troppo ad associarlo a Moretti, dato che l'estrazione è molto simile e probabilmente anche certi umori.
    c'è del lardo in Garfagnana

  3. #33
    ????? ???????????? L'avatar di Pazza_di_Acerra
    Registrato dal
    09/12/09
    residenza
    Sul pianeta Terra
    Messaggi
    10,307
    Una mia amica, sottile musicofila, ha definito De Gregori un "Bob Dylan alla vaccinara". Perfetto.
    semel in anno licet insanire, cotidie melius

  4. #34
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Registrato dal
    17/07/06
    residenza
    Empoli
    Messaggi
    44,583
    Quote Originariamente inviata da dark lady Visualizza il messaggio
    Buon per loro se gli piace. Ci sono anche persone che apprezzano Gigi D'Alessio, per dire. O Marco Carta. O altre oscenità amene. Io a questi sparerei comunque un colpo in fronte (in senso metaforico, sia chiaro).
    Chiaro: Tutti i gusti son gusti. Ma secondo me ci vuole rispetto anche nel linguaggio.
    Perdonami.
    amate i vostri nemici

  5. #35
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Registrato dal
    09/03/05
    residenza
    On the road
    Messaggi
    42,125
    Non è che se una cosa mi fa schifo mi debba sentire in dovere di essere politically correct.
    Membro del consiglio degli admin
    Corresponsabile dei rapporti con l'utenza
    Moderatore Salute, alimentazione, omeopatia
    Moderatore Chalet delle Rose


    Tempus fugit

    Salmone inside


    Ci sono novità, ci sono notti che per niente al mondo perderei... e la curiosità, e quello che ci porterà...

  6. #36
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Registrato dal
    17/04/10
    residenza
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    11,536
    Quote Originariamente inviata da Pazza_di_Acerra Visualizza il messaggio
    Una mia amica, sottile musicofila, ha definito De Gregori un "Bob Dylan alla vaccinara". Perfetto.
    non è musicalmente molto sottile la tua amica - magari è "assai pingue", come le soprano di Achille Campanile ;
    per il costante richiamo agli schemi folk delle radici, il paragone con Dylan dovrebbe venire spontaneo per De André, che ricorre frequentemente alle cadenze dello stornello popolare;

    semmai, De Gregori sembra più vicino agli umori musicali di Nick Drake; ma forse la tua amica musicologa conosce meglio i fondamentali Tartini, Dalla Piccola e Petrella...
    c'è del lardo in Garfagnana

  7. #37
    ????? ???????????? L'avatar di Pazza_di_Acerra
    Registrato dal
    09/12/09
    residenza
    Sul pianeta Terra
    Messaggi
    10,307
    Sicuramente conosce anche quelli, ma i ragli di De Gregori non le sono ignoti.
    semel in anno licet insanire, cotidie melius

  8. #38
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Registrato dal
    17/04/10
    residenza
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    11,536
    Quote Originariamente inviata da Pazza_di_Acerra Visualizza il messaggio
    Sicuramente conosce anche quelli, ma i ragli di De Gregori non le sono ignoti.
    non amo molto De Gregori, e conosco quasi a memoria una certa quota di repertorio colto, tra cui anche cosette piuttosto impegnative, come opere di Wagner, per dirne solo uno;

    però ho idea che la formazione "colta" fornisca pochi elementi per comprendere e valutare il significato di forme non appartenenti a quella tradizione; anche un pittore realista della mimesis, ammiratore di Corot, di fronte al Picasso cubista - e non vado oltre - sarebbe ricorso ad un sostantivo equivalente dei "ragli".
    c'è del lardo in Garfagnana

  9. #39
    ????? ???????????? L'avatar di Pazza_di_Acerra
    Registrato dal
    09/12/09
    residenza
    Sul pianeta Terra
    Messaggi
    10,307
    Mi sembra che tu non abbia capito che l'appellattivo di "Bob Dylan" era ironico. Da qualsiasi parte lo si guardi, è difficile comparare il genio compreso di Centocelle col signorino americano... E' un po' come se avesse detto che Vecchioni è il "Jacques Brel della Bovisa" (qeusta è mia, mi è venuta or ora... )
    semel in anno licet insanire, cotidie melius

  10. #40
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Registrato dal
    17/07/06
    residenza
    Empoli
    Messaggi
    44,583
    Quote Originariamente inviata da dark lady Visualizza il messaggio
    Non è che se una cosa mi fa schifo mi debba sentire in dovere di essere politically correct.
    Questo sta alla tua libertà. Ma il rispetto (anche nel linguaggio) per chi la pensa diversamente non guasterebbe.....
    amate i vostri nemici

  11. #41
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Registrato dal
    17/04/10
    residenza
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    11,536
    Quote Originariamente inviata da Pazza_di_Acerra Visualizza il messaggio
    Mi sembra che tu non abbia capito che l'appellattivo di "Bob Dylan" era ironico. Da qualsiasi parte lo si guardi, è difficile comparare il genio compreso di Centocelle col signorino americano... E' un po' come se avesse detto che Vecchioni è il "Jacques Brel della Bovisa" (qeusta è mia, mi è venuta or ora... )
    beh, De Gregori non è di Centocelle, equivalente forse di Gratosoglio, ma un signorino borghese di Roma nord, Pagano-Sempione;
    ho capito il tentativo ironico; nondimeno, lo trovo un po' superficiale;
    ripeto, non amo troppo De Gregori, però troverei più prudenti giudizi informati e circostanziati in ragione del tipo di linguaggio, soprattutto da parte di chi si suppone padrone di un metodo filologico.
    c'è del lardo in Garfagnana

  12. #42
    whatever.. L'avatar di Misterikx
    Registrato dal
    24/03/05
    residenza
    estero
    Messaggi
    12,755
    Quote Originariamente inviata da axeUgene Visualizza il messaggio

    semmai, De Gregori sembra più vicino agli umori musicali di Nick Drake; :
    De Gregori ha risposto a tutti i suoi profanatori con la canzone " Guarda che non sono io" ed é un grande.

    mah a Nick Drake assomiglia spiaccicato a Claudio Lolli.
    De Gregori lo vedo piu Leonard Cohen.

    canzone sul periodo dove in italia soffiava aria di rivoluzione e si sparava!( ..molti di voi non erano manco nati)..altro che " passerotto mio..", non scherziamo.
    "una pioggia sottile di pensieri cattivi mentre la gente seduta al tavolino contava il tempo con gli aperitivi.."

    Ultima modifica di Misterikx; 15-10-2015 a 14:53
    " Non siamo in un salotto borbonico col mignolo sollevato e l'inchino obbligatorio. Qui siamo tutti uguali. Non ti aspettare in un forum cose difficili da trovare pure tra amici e parenti." Nahui

  13. #43
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Registrato dal
    17/04/10
    residenza
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    11,536
    Quote Originariamente inviata da Misterikx Visualizza il messaggio
    mah a Nick Drake assomiglia spiaccicato a Claudio Lolli.
    De Gregori lo vedo piu Leonard Cohen.
    anche Lolli deve molto a Drake, è vero; e non è sbagliato il paragone con Cohen; quello che abbina DG a Drake è la misura dell'insieme, dove le emozioni sono espresse, ma contenute.
    c'è del lardo in Garfagnana

  14. #44
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Registrato dal
    17/07/06
    residenza
    Empoli
    Messaggi
    44,583
    amate i vostri nemici

  15. #45
    Eufonista L'avatar di BiO-dEiStA
    Registrato dal
    22/02/10
    residenza
    La terra delle tre stirpi
    Messaggi
    4,415
    Quote Originariamente inviata da axeUgene Visualizza il messaggio
    ad un cantautore normalmente non è richiesta una grande capacità canora - pensa a Battisti, che nemmeno reggeva un live e la cui voce è stata letteralmente crocifissa;
    Che a Battisti non reggesse una voce che non aveva è ben noto, anche se la sua misantropia aveva certo altre origini. Tuttavia nei suoi concept recitava con tutto se stesso, e la doppia traccia vocale di Pensieri e parole all'epoca era una novità almeno in Italia.
    Poi Battisti non era solo Battisti, ma almeno Battisti-Mogol se non Battisti-Panella. Può anche non piacere che abbia costruito canzoni su tre note, ma sono canzoni che hanno fatto la storia.
    Quote Originariamente inviata da Ned Flanders Visualizza il messaggio
    Sono stato tanto...ma tanto Laurina, lontano dal Signore: Ne ho combinate di cotte e di crude. Ti basti sapere soltanto questo....

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •