Pagina 61 di 61 primaprima ... 11515758596061
Visualizzazione dei risultati da 901 a 907 su 907

Discussione: Ma è così cattiva, poi, la morte?

  1. #901
    Ma tu riesci a fare dei distinguo, a discriminare il senso delle parole e delle frasi?
    Nessuno discute l'esistenza del fenomeno religioso e dell'influenza delle religioni ma dell'esistenza di esseri invisibili e del contenuto spesso contraddittorio e irreale delle religioni, paradossi, tentativi di imposizione dei precetti ecc...
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  2. #902
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Registrato dal
    17/04/10
    residenza
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    11,336
    Quote Originariamente inviata da conogelato Visualizza il messaggio
    Sbagli proprio l'incipit. La base. Premetto sempre (una volta si un'altra pure) che la Libertà individuale è sacra. Ognuno si comporti come meglio crede. Ma Dio detta, suggerisce, propone all'Uomo certe cose...certi modi di vivere...servendosi appunto della Chiesa come di un tràmite...come di un intermediario, capisci? Le è stato affidato questo Carisma e questo fà.
    guarda che il problema non è "Dio", dato che siete in tanti rivendicarne la rappresentanza, e in Suo nome "consigliate" comportamenti diversi, almeno ora che non potete più imporli;

    il problema siete proprio voi quando, convinti di quella dottrina, non vi accontentate della libertà di seguirla, ma volete che si imponga anche agli altri; avete fatto le battaglie contro la contraccezione, il divorzio e, recentissimamente, le unioni civili, quando nessuno vi costringeva ad avvalervi di quei diritti, se non ne condividevate il principio; questo non è "proporre", ma cercare di imporre il vostro modello privato di "Dio" anche a chi non lo condivide; una violenza.
    c'è del lardo in Garfagnana

  3. #903
    se uno mi dovesse dire una cosa del genere sono a posto per tutta la vita ed eviterei di replicare ulteriormente , più chiaro di così

  4. #904
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Registrato dal
    17/07/06
    residenza
    Empoli
    Messaggi
    44,313
    Quote Originariamente inviata da Vega Visualizza il messaggio
    Ma tu riesci a fare dei distinguo, a discriminare il senso delle parole e delle frasi?
    Nessuno discute l'esistenza del fenomeno religioso e dell'influenza delle religioni ma dell'esistenza di esseri invisibili e del contenuto spesso contraddittorio e irreale delle religioni, paradossi, tentativi di imposizione dei precetti ecc...
    Su questi "esseri invisibili" miliardi di persone nei secoli hanno basato la loro esistenza quotidiana....

    «Perché mi hai veduto, tu hai creduto, Tommaso; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!» (Gv 20,29)

    I primi cristiani avevano ben capito da dove nasce la fede di cui Gesù parlava a Tommaso: dall’amore. Credere è scoprire di essere amati da Dio, è aprire il cuore alla grazia e lasciarsi invadere dal suo amore, è affidarsi totalmente a questo amore rispondendo all’amore con l’amore. Se tu ami, Dio entra in te e testimonia dentro di te lui stesso. Lui dà un modo tutto nuovo di guardare la realtà che ci circonda. La fede ci fa vedere gli avvenimenti con i suoi stessi occhi, fa scoprire il disegno che egli ha su di noi, sugli altri, sulla creazione intera.
    amate i vostri nemici

  5. #905
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Registrato dal
    17/07/06
    residenza
    Empoli
    Messaggi
    44,313
    Quote Originariamente inviata da axeUgene Visualizza il messaggio
    guarda che il problema non è "Dio", dato che siete in tanti rivendicarne la rappresentanza, e in Suo nome "consigliate" comportamenti diversi, almeno ora che non potete più imporli;

    il problema siete proprio voi quando, convinti di quella dottrina, non vi accontentate della libertà di seguirla, ma volete che si imponga anche agli altri; avete fatto le battaglie contro la contraccezione, il divorzio e, recentissimamente, le unioni civili, quando nessuno vi costringeva ad avvalervi di quei diritti, se non ne condividevate il principio; questo non è "proporre", ma cercare di imporre il vostro modello privato di "Dio" anche a chi non lo condivide; una violenza.
    Conosci il significato del BENE COMUNE? Il credente non può guardare solo al proprio orticello, Axe: Ha una visione d'insieme del vivere civile. Una visione a tutto tondo, a 360°. Mi stà a cuore, I care, mi interessa la Vita dei miei simili. Al pari della mia!
    amate i vostri nemici

  6. #906
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Registrato dal
    17/04/10
    residenza
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    11,336
    Quote Originariamente inviata da conogelato Visualizza il messaggio
    Conosci il significato del BENE COMUNE? Il credente non può guardare solo al proprio orticello, Axe: Ha una visione d'insieme del vivere civile. Una visione a tutto tondo, a 360°. Mi stà a cuore, I care, mi interessa la Vita dei miei simili. Al pari della mia!
    o Cono, ma lo scrivi anche in maiuscolo, come se fossi io l'idiota ?

    il bene è comune se condiviso, come il codice della strada; il credente in privato si regolerà come gli pare; può cercare di convincermi dell'opportunità di comportarsi come lui, se ha argomenti efficaci;
    ma non battersi per privarmi della libertà di pensarla diversamente e privarmi del diritto di divorziare, usare contraccettivi o sposarmi con chi mi pare, dato che questo non inficia in alcun modo la sua libertà di seguire i suoi principi;

    se io credessi all'ateismo e mi battessi per la proibizione della religione, pensando che sia una cosa dannosa, tu accetteresti questa posizione perché motivata con l'attenzione per quello che presumo essere anche il tuo bene o grideresti all'attentato contro la tua libertà ?

    ma davvero non arrivi a capire la differenza tra una dottrina che tutela la libertà di tutti ed una che cerca di intervenire nel processo pubblico - normativo, non di mera propaganda - per assimilare tutta la società alla propria visione, limitando le libertà che non incidono su quelle dei propri fedeli ?
    la differenza tra me e te è che io non perseguo la privazione della tua libertà, in alcun modo, mentre la tua chiesa cerca da sempre di limitare la mia, e di tante persone care;
    e se ci riesce sempre meno non è certo per spontanea convinzione liberale, ma perché smentita dalla forza della maggioranza, che tutela anche la tua stessa libertà.
    c'è del lardo in Garfagnana

  7. #907
    Quote Originariamente inviata da conogelato Visualizza il messaggio
    Su questi "esseri invisibili" miliardi di persone nei secoli hanno basato la loro esistenza quotidiana....

    «Perché mi hai veduto, tu hai creduto, Tommaso; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!» (Gv 20,29)

    I primi cristiani avevano ben capito da dove nasce la fede di cui Gesù parlava a Tommaso: dall’amore. Credere è scoprire di essere amati da Dio, è aprire il cuore alla grazia e lasciarsi invadere dal suo amore, è affidarsi totalmente a questo amore rispondendo all’amore con l’amore. Se tu ami, Dio entra in te e testimonia dentro di te lui stesso. Lui dà un modo tutto nuovo di guardare la realtà che ci circonda. La fede ci fa vedere gli avvenimenti con i suoi stessi occhi, fa scoprire il disegno che egli ha su di noi, sugli altri, sulla creazione intera.
    I pipponi sull'amore e la fede son come sempre fuori luogo. I miliardi di persone checti citi hanno creduto e credono anche in dei diversi dal tuo, senza contare oroscopi, poteri della mente, autoguarigioni, malocchi, minestroni di filosofie orientali ecc...

    Come detto prima il fenomeno delle religioni e delle credenze in generale c'è e influiscono nelle società, il contenuto di queste è tutto da dimostrare. Ci siamo? Hai compreso?
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •