Pagina 5 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 61 a 75 su 76

Discussione: Invito a riconoscere Cristo e il regno di Dio.

  1. #61
    ????? ???????????? L'avatar di Pazza_di_Acerra
    Registrato dal
    09/12/09
    residenza
    Sul pianeta Terra
    Messaggi
    10,322
    Quote Originariamente inviata da andreric Visualizza il messaggio
    In Genesi 1:1 il titolo “Dio” traduce ’Elohìm, che in ebraico è un plurale. I sostenitori della Trinità lo interpretano come una prova della Trinità. Affermano pure che Deuteronomio 6:4 (CEI) si riferisca all’unità dei componenti della Trinità quando dice: “Il Signore è il nostro Dio [da ’Elohìm], il Signore è uno solo”.
    Qui in ebraico il plurale del nome è un plurale di maestà. (Vedi Enciclopedia della Bibbia, LDC, 1969, Vol.*II, col.*1289). Non contiene nessuna idea di una pluralità di persone all’interno della divinità. Analogamente, quando in Giudici 16:23 si parla del falso dio Dagon, viene usata una forma del titolo ’elohìm; il relativo verbo è al singolare, a indicare che si riferisce a quell’unico dio soltanto. In Genesi 42:30, Giuseppe è chiamato “signore” (’adhonèh, plurale di maestà) d’Egitto.
    Il greco non ha un plurale di maestà. Perciò in Genesi 1:1 i traduttori della LXX usarono ho Theòs (Dio, singolare) come equivalente di ’Elohìm. In Marco 12:29, che riporta una risposta di Gesù in cui egli cita Deuteronomio 6:4, è similmente usato il singolare greco ho Theòs.
    In Deuteronomio 6:4 il testo ebraico contiene due volte il Tetragramma, per cui andrebbe più correttamente letto: “Geova nostro Dio è un solo Geova”. (NM) La nazione d’Israele, a cui furono rivolte quelle parole, non credeva nella Trinità. I babilonesi e gli egiziani adoravano triadi di dèi, ma a Israele fu chiaramente spiegato che Geova era diverso.
    Purtroppo per i teologi la lingua ebraica non sa che cosa sia un "plurale di maestà", se non un'invenzione dei teologi per tenere in piedi le loro castronerie. Come ha osservato di recente il rabbino capo di Roma "la bibbia dei settanta" (ossia quella tradotta in greco dall'originale ebraico e dalla quale attingono cattolici e TDG) è stata una vera sciagura per l'umanità".
    semel in anno licet insanire, cotidie melius

  2. #62
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Registrato dal
    17/07/06
    residenza
    Empoli
    Messaggi
    44,600
    Quote Originariamente inviata da dietrologo Visualizza il messaggio
    questa se l'è inventata stamattina , Cono rappresenta te stesso e non gli altri
    Carissimo, se prima di parlare ti documentassi un pochino, non potresti attribuire al sottoscritto il potere di inventare alcunchè....

    " Io ti battezzo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Il Simbolo battesimale nella sua essenza è una confessione del Dio vivente, dell’unico Dio in tre Persone. Questa è l’articolazione sovraordinaria, che allo stesso tempo rivela l’essenza elementare della fede, che è sempre e dappertutto la stessa: noi crediamo nel Dio vivente, che come Padre, Figlio e Spirito Santo è un unico Dio. Egli si è donato a noi nell’incarnazione del Figlio e ci rimane vicino con l’invio dello Spirito Santo. L’essere cristiani significa credere in questo Dio vivente della Rivelazione. Tutto il resto è sviluppo di questo nucleo."

    http://www.culturacattolica.it/attua...nel-catechismo
    amate i vostri nemici

  3. #63

    Trinità

    Quote Originariamente inviata da conogelato Visualizza il messaggio
    Carissimo, se prima di parlare ti documentassi un pochino, non potresti attribuire al sottoscritto il potere di inventare alcunchè....

    " Io ti battezzo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Il Simbolo battesimale nella sua essenza è una confessione del Dio vivente, dell’unico Dio in tre Persone. Questa è l’articolazione sovraordinaria, che allo stesso tempo rivela l’essenza elementare della fede, che è sempre e dappertutto la stessa: noi crediamo nel Dio vivente, che come Padre, Figlio e Spirito Santo è un unico Dio. Egli si è donato a noi nell’incarnazione del Figlio e ci rimane vicino con l’invio dello Spirito Santo. L’essere cristiani significa credere in questo Dio vivente della Rivelazione. Tutto il resto è sviluppo di questo nucleo."

    http://www.culturacattolica.it/attua...nel-catechismo
    Caro Cono
    COSA CREDONO MOLTI La religione cristiana “nelle sue tre espressioni classiche —*cattolica, ortodossa e protestante*— riconosce un Dio in tre Persone: Dio il Padre, Dio il Figlio e Dio lo Spirito Santo. La teologia cristiana non contempla tre dèi, bensì tre persone che sono essenzialmente una” (The New Encyclopædia Britannica).
    LA VERITÀ DELLA BIBBIA Gesù, il Figlio di Dio, non asserì mai di essere uguale al Padre o della sua stessa sostanza. Al contrario affermò: “Io vado al Padre, perché il Padre è più grande di me” (Giovanni 14:28, CEI). In un’altra occasione mandò a dire ai suoi seguaci: “Io ascendo al Padre mio e Padre vostro e all’Iddio mio e Iddio vostro” (Giovanni 20:17).
    Lo spirito santo non è una persona. I primi cristiani furono “pieni di spirito santo”, e Geova disse: “Verserò del mio spirito su ogni sorta di carne” (Atti 2:1-4,*17). Lo spirito santo non è parte di una Trinità. È la forza attiva di Dio.
    PERCHÉ È IMPORTANTE I teologi cattolici Karl Rahner e Herbert Vorgrimler affermano che la Trinità “non si potrebbe conoscere senza una rivelazione” e che “anche dopo una rivelazione non può diventare del tutto intelligibile”. Riuscireste ad amare qualcuno che non si può conoscere o comprendere? La dottrina della Trinità è quindi una barriera che impedisce di conoscere e amare Dio.
    Anche Marco, citato in un articolo precedente, vedeva la Trinità come una barriera. “Pensavo che Dio mi stesse nascondendo la sua vera identità”, racconta, “e questo me lo rendeva sempre più lontano, misterioso e inavvicinabile”. Comunque “Dio non è un Dio di confusione” (1*Corinti 14:33, La Nuova Diodati). Non ci ha nascosto la sua identità, anzi vuole che lo conosciamo. Gesù disse: “Noi adoriamo ciò che conosciamo” (Giovanni 4:22).
    “Quando appresi che Dio non faceva parte di una Trinità”, dice Marco, “fui finalmente in grado di instaurare una relazione personale con lui”. Se consideriamo Geova una Persona reale e distinta, invece di un misterioso sconosciuto, ci sarà molto più facile amarlo. “Chi non ama non ha conosciuto Dio”, afferma la Bibbia, “perché Dio è amore” (1*Giovanni 4:8).

  4. #64
    Quote Originariamente inviata da conogelato Visualizza il messaggio
    Carissimo, se prima di parlare ti documentassi un pochino, non potresti attribuire al sottoscritto il potere di inventare alcunchè....

    " Io ti battezzo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Il Simbolo battesimale nella sua essenza è una confessione del Dio vivente, dell’unico Dio in tre Persone. Questa è l’articolazione sovraordinaria, che allo stesso tempo rivela l’essenza elementare della fede, che è sempre e dappertutto la stessa: noi crediamo nel Dio vivente, che come Padre, Figlio e Spirito Santo è un unico Dio. Egli si è donato a noi nell’incarnazione del Figlio e ci rimane vicino con l’invio dello Spirito Santo. L’essere cristiani significa credere in questo Dio vivente della Rivelazione. Tutto il resto è sviluppo di questo nucleo."

    http://www.culturacattolica.it/attua...nel-catechismo
    Conuccio , se mi citi quella fonte è come chiedere all'oste se nella sua trattoria si beve vino buono .

    La Bibbia e le maggiori religioni si riferiscono a Dio come luce
    Ultima modifica di dietrologo; 14-11-2017 a 15:31

  5. #65
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Registrato dal
    17/07/06
    residenza
    Empoli
    Messaggi
    44,600
    Nella vita si tratta di scegliere, Michele: Le basi, le fonti e le radici della Chiesa poggiano sulla Parola rivelata. Altri preferiscono altro: No problem.
    amate i vostri nemici

  6. #66
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Registrato dal
    17/07/06
    residenza
    Empoli
    Messaggi
    44,600
    Quote Originariamente inviata da andreric Visualizza il messaggio
    Caro Cono
    COSA CREDONO MOLTI La religione cristiana “nelle sue tre espressioni classiche —*cattolica, ortodossa e protestante*— riconosce un Dio in tre Persone: Dio il Padre, Dio il Figlio e Dio lo Spirito Santo. La teologia cristiana non contempla tre dèi, bensì tre persone che sono essenzialmente una” (The New Encyclopædia Britannica).
    LA VERITÀ DELLA BIBBIA Gesù, il Figlio di Dio, non asserì mai di essere uguale al Padre o della sua stessa sostanza. Al contrario affermò: “Io vado al Padre, perché il Padre è più grande di me” (Giovanni 14:28, CEI). In un’altra occasione mandò a dire ai suoi seguaci: “Io ascendo al Padre mio e Padre vostro e all’Iddio mio e Iddio vostro” (Giovanni 20:17).
    Lo spirito santo non è una persona. I primi cristiani furono “pieni di spirito santo”, e Geova disse: “Verserò del mio spirito su ogni sorta di carne” (Atti 2:1-4,*17). Lo spirito santo non è parte di una Trinità. È la forza attiva di Dio.
    PERCHÉ È IMPORTANTE I teologi cattolici Karl Rahner e Herbert Vorgrimler affermano che la Trinità “non si potrebbe conoscere senza una rivelazione” e che “anche dopo una rivelazione non può diventare del tutto intelligibile”. Riuscireste ad amare qualcuno che non si può conoscere o comprendere? La dottrina della Trinità è quindi una barriera che impedisce di conoscere e amare Dio.
    Anche Marco, citato in un articolo precedente, vedeva la Trinità come una barriera. “Pensavo che Dio mi stesse nascondendo la sua vera identità”, racconta, “e questo me lo rendeva sempre più lontano, misterioso e inavvicinabile”. Comunque “Dio non è un Dio di confusione” (1*Corinti 14:33, La Nuova Diodati). Non ci ha nascosto la sua identità, anzi vuole che lo conosciamo. Gesù disse: “Noi adoriamo ciò che conosciamo” (Giovanni 4:22).
    “Quando appresi che Dio non faceva parte di una Trinità”, dice Marco, “fui finalmente in grado di instaurare una relazione personale con lui”. Se consideriamo Geova una Persona reale e distinta, invece di un misterioso sconosciuto, ci sarà molto più facile amarlo. “Chi non ama non ha conosciuto Dio”, afferma la Bibbia, “perché Dio è amore” (1*Giovanni 4:8).
    Guarda, siccome conosci le Scritture meglio di me, ti faccio rispondere direttamente da Nostro Signore, in merito:

    In quel tempo, disse Gesù a Tommaso: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto». Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Come puoi tu dire: “Mostraci il Padre”? Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me stesso; ma il Padre, che rimane in me, compie le sue opere. Credete a me: io sono nel Padre e il Padre è in me. Se non altro, credetelo per le opere stesse. In verità, in verità io vi dico: chi crede in me, anch’egli compirà le opere che io compio e ne compirà di più grandi di queste, perché io vado al Padre. E qualunque cosa chiederete nel mio nome, la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò». (Giovanni 14)

    Ancora qualche dubbio?

    E il Verbo si fece carne
    e venne ad abitare in mezzo a noi;
    e noi vedemmo la sua gloria,
    gloria come di unigenito dal Padre,
    pieno di grazia e di verità.

    Dalla sua pienezza
    noi tutti abbiamo ricevuto
    e grazia su grazia.

    Dio nessuno l'ha mai visto:
    proprio il Figlio unigenito,
    che è nel seno del Padre,
    lui lo ha rivelato. (Prologo di Giovanni)

    Ciao.
    amate i vostri nemici

  7. #67
    Quote Originariamente inviata da conogelato Visualizza il messaggio
    Nella vita si tratta di scegliere, Michele: Le basi, le fonti e le radici della Chiesa poggiano sulla Parola rivelata. Altri preferiscono altro: No problem.
    è la TUA fede che non è la mia , la mia è diversa e per rispetto non la espongo ogni post come fai tu e nemmeno ti vengo a fare la morale con no problem , fammi na cortesia , tieniti tutti i santini e le madonnine nel tuo cassetto , questo è un forum pubblico

  8. #68
    whatever.. L'avatar di Misterikx
    Registrato dal
    24/03/05
    residenza
    estero
    Messaggi
    12,777
    sono entrato solo a curiosare l´ultimo messaggio di Dietrologo...
    " Non siamo in un salotto borbonico col mignolo sollevato e l'inchino obbligatorio. Qui siamo tutti uguali. Non ti aspettare in un forum cose difficili da trovare pure tra amici e parenti." Nahui

  9. #69

    Trinità

    Quote Originariamente inviata da conogelato Visualizza il messaggio
    Guarda, siccome conosci le Scritture meglio di me, ti faccio rispondere direttamente da Nostro Signore, in merito:

    In quel tempo, disse Gesù a Tommaso: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto». Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Come puoi tu dire: “Mostraci il Padre”? Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me stesso; ma il Padre, che rimane in me, compie le sue opere. Credete a me: io sono nel Padre e il Padre è in me. Se non altro, credetelo per le opere stesse. In verità, in verità io vi dico: chi crede in me, anch’egli compirà le opere che io compio e ne compirà di più grandi di queste, perché io vado al Padre. E qualunque cosa chiederete nel mio nome, la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò». (Giovanni 14)

    Ancora qualche dubbio?

    E il Verbo si fece carne
    e venne ad abitare in mezzo a noi;
    e noi vedemmo la sua gloria,
    gloria come di unigenito dal Padre,
    pieno di grazia e di verità.

    Dalla sua pienezza
    noi tutti abbiamo ricevuto
    e grazia su grazia.

    Dio nessuno l'ha mai visto:
    proprio il Figlio unigenito,
    che è nel seno del Padre,
    lui lo ha rivelato. (Prologo di Giovanni)
    Caro Cono mi rispondi a queste domande?
    Ciao.
    QUAL è una delle maggiori pietre d’inciampo che separa musulmani ed ebrei dalle religioni della cristianità? La dottrina della “Santissima Trinità”. Cosa afferma questo dogma? La Trinità fu definita nel Simbolo Atanasiano come l’adorazione di “un solo Dio nella Trinità . . . Dio è il Padre, Dio il Figlio e Dio lo Spirito Santo, eppure non sono tre dèi, ma un solo Dio”. Si afferma che ciascuno sia eterno e onnipotente, che nessuno sia maggiore o minore dell’altro, che ciascuno sia Dio ma che tutti insieme non siano che un solo Dio. I teologi dicono che è un mistero. —*A.*Läpple, Documenti della fede cattolica, trad. Benedettine di Rosano, Cittadella Editrice, Assisi, 1972, pp.*80,*81.
    La Bibbia dice qualcosa a proposito della Trinità? Le domande che seguono possono aiutarvi ad arrivare a delle conclusioni interessanti. Le risposte della Bibbia si trovano a pagina*12.
     1. Ammettendo che Dio sia e sia sempre stato una Trinità, gli ebrei trovavano questa dottrina nelle Scritture Ebraiche (“Vecchio Testamento”)?
     2. Cosa dicono di Dio le Scritture Ebraiche? —*Deuteronomio 6:4; Salmo 145; Zaccaria 14:9.
     3. Le Scritture Ebraiche fanno riferimento allo spirito santo? —*Giudici 15:14; Zaccaria 4:6.
     4. Nelle Scritture Ebraiche si fa riferimento allo spirito santo come a una persona o come alla forza attiva di Dio? —*Giudici 14:6; Isaia 44:3.
     5. Le Scritture Ebraiche fanno riferimento a un promesso Messia, o Unto? —*Daniele 9:25,*26.
     6. Esiste qualche passo delle Scritture Ebraiche che uguaglia il Messia a Dio? —*Salmo 2:2, 4-8; Isaia 45:18; 61:1.
     7. Esiste qualche versetto delle Scritture Ebraiche che dà una solida base per ritenere che Geova sia tre persone in un solo Dio? —*Isaia 44:6; 46:9,*10.
     8. Chi ha mandato Gesù sulla terra? Pertanto, chi è superiore? —*Giovanni 5:19, 23,*30; 8:42; 14:28; 17:3.
     9. Gesù disse mai di essere Dio? —*Giovanni 7:28,*29; 14:6.
    10. Molti videro Gesù, ma ha qualche uomo mai visto Dio? —*Giovanni 1:18; 6:46.
    11. Gesù disse di essere il ‘Figlio di Dio’ o ‘Dio il Figlio’? —*Giovanni 10:36; 1*Giovanni 4:15; 5:5,*13.
    12. Gesù disse mai di essere uguale al Padre? —*Giovanni 14:28; 20:17.
    13. Le parole “io e il Padre siamo uno” dimostrano l’esistenza di una Trinità? —*Giovanni 10:30; 17:21; Matteo 24:36.
    14. Com’era considerato Gesù dai primi discepoli? —*Giovanni 1:29, 34, 41,*49; 6:69; 1*Corinti 11:3.
    15. Com’era considerato Gesù da Dio? —*Marco 9:7; Luca 2:9-11.
    16. Le Scritture Greche (“Nuovo Testamento”) contraddicono le Scritture Ebraiche riguardo al fatto che lo spirito santo è la forza attiva di Dio? —*Matteo 3:11; Luca 1:41; Giovanni 14:26; Atti 1:8; 4:31; 10:38.
    17. Al tempo del battesimo di Gesù dov’erano il Padre, il Figlio e lo spirito santo? Erano tre in uno? —*Matteo 3:16,*17.
    18. Quale posizione occupa nei cieli Gesù dopo la risurrezione? —*Atti 7:55,*56; Romani 8:34; Colossesi 3:1; Ebrei 12:2.
    19. Chi ha dato a Gesù quella posizione esaltata? —*Filippesi 2:9-11.
    20. Questo rende Gesù Dio o lo rende secondo solo a Dio nell’universo? —*1*Corinti 11:3; Filippesi 2:9-11.
    21. Chi è il Supremo Sovrano dell’universo? —*Deuteronomio 3:24; Atti 4:24-27; 1*Corinti 15:28.

  10. #70
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Registrato dal
    17/07/06
    residenza
    Empoli
    Messaggi
    44,600
    Ciao. buon pomeriggio!
    Alla Luce di Cristo tutto prende vita, Andreric. Anche il Vecchio Testamento, nel quale poggiano le Radici del Nuovo
    La Chiave interpretativa è stata data alla Chiesa da Cristo stesso. Essa non inventa niente. Attinge dalla Parola rivelata, la elabora e in forza dello Spirito Santo giunge a determinate conclusioni.
    amate i vostri nemici

  11. #71
    Quote Originariamente inviata da conogelato Visualizza il messaggio
    Ciao. buon pomeriggio!
    Alla Luce di Cristo tutto prende vita, Andreric. Anche il Vecchio Testamento, nel quale poggiano le Radici del Nuovo
    La Chiave interpretativa è stata data alla Chiesa da Cristo stesso. Essa non inventa niente. Attinge dalla Parola rivelata, la elabora e in forza dello Spirito Santo giunge a determinate conclusioni.
    Caro Cono
    Non ti arrampicare sugli specchi, dammi se puoi la risposta a queste domande scritturali! grazie ciao

  12. #72
    Quote Originariamente inviata da Pazza_di_Acerra Visualizza il messaggio
    Come ha osservato di recente il rabbino capo di Roma "la bibbia dei settanta" (ossia quella tradotta in greco dall'originale ebraico e dalla quale attingono cattolici e TDG) è stata una vera sciagura per l'umanità".
    Comunque io direi al rabbino........."a carigato!"
    Scusa Pazza, ma mi è scappata.

  13. #73
    Sono più di due miliardi le persone che si professano cristiane. La maggioranza appartiene a confessioni religiose che insegnano la Trinità, la dottrina secondo cui Padre, Figlio e spirito santo insieme formano un unico Dio. In che modo la Trinità è diventata una dottrina ufficiale? Cosa ancor più importante, è un insegnamento in armonia con la Bibbia?
    LA BIBBIA fu completata nel I*secolo E.V. (ovvero d.C.). Gli insegnamenti che portarono allo sviluppo definitivo del concetto di Trinità iniziarono a essere formulati ufficialmente nel 325, quindi più di due secoli dopo. In quell’anno si tenne un concilio nella città di Nicea, in Asia Minore (oggi Iznik, in Turchia). Secondo la New Catholic Encyclopedia, il credo che viene fatto risalire al Concilio di Nicea risulta essere la prima definizione ufficiale delle dottrine della Chiesa, e si incentra sulla natura di Dio e di Cristo. Come mai, però, si ritenne necessario dare una definizione di Dio e di Cristo secoli dopo che la Bibbia era stata completata? La Bibbia è forse poco chiara al riguardo?
    GESÙ È DIO?
    Quando Costantino divenne unico sovrano dell’impero romano, coloro che si dichiaravano cristiani erano divisi sulla relazione tra Dio e Cristo. Gesù era Dio? O era stato creato da Dio? Per dirimere la questione, Costantino indisse una riunione di esponenti ecclesiastici a Nicea, non perché interessato alla verità religiosa ma per evitare che la religione dividesse il suo impero.
    Costantino chiese ai molti vescovi convenuti di giungere a un accordo unanime, ma questa richiesta cadde nel vuoto. Propose quindi che il concilio approvasse l’ambigua nozione secondo cui Gesù era “della stessa sostanza” (homooùsios) del Padre. Questo termine filosofico greco, che non si trova nella Bibbia, è all’origine della formulazione della dottrina trinitaria nella forma in cui in seguito entrò a far parte del credo della Chiesa. Per la fine del IV*secolo la dottrina della Trinità aveva ormai assunto la forma che oggi conosciamo, e includeva quella che viene definita la terza persona della divinità, lo spirito santo.
    PERCHÉ LA COSA DOVREBBE INTERESSARVI?
    Gesù disse: “I veri adoratori adoreranno il Padre con [...] verità” (Giovanni 4:23). La verità di cui parlava si trova nella Bibbia (Giovanni 17:17). Ma la Bibbia insegna che il Padre, il Figlio e lo spirito santo sono tre persone in un unico Dio?
    Per prima cosa, la parola “Trinità” non compare nella Bibbia. Inoltre Gesù non disse mai di essere uguale a Dio. Gesù adorò Dio (Luca 22:41-44). Un’altra serie di prove riguarda la relazione tra Gesù e i suoi seguaci. Anche dopo essere stato destato dai morti come creatura spirituale Gesù chiamò i suoi seguaci “miei fratelli” (Matteo 28:10). Erano forse fratelli dell’Iddio Onnipotente? Naturalmente no! Ma grazie alla loro fede in Cristo, il primogenito Figlio di Dio, anche loro divennero figli dell’unico Padre (Galati 3:26). Confrontate ulteriori passi biblici con la seguente affermazione contenuta nel credo che viene fatto risalire al Concilio di Nicea.
    Cosa dice il Simbolo Niceno:
    “Crediamo [...] in un solo Signore, Gesù Cristo, [...] dalla sostanza del Padre, Dio da Dio, luce da luce, Dio vero da Dio vero”.
    Cosa dice la Bibbia:
    ▪ “Il Padre è più grande di me” (Giovanni 14:28).
    ▪ “[Io, Gesù,] salgo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro” (Giovanni 20:17).
    ▪ “Per noi c’è un solo Dio, il Padre” (1*Corinti 8:6).
    ▪ “Sia benedetto Dio e Padre del Signore nostro Gesù Cristo” (1*Pietro 1:3).
    ▪ “Così parla l’Amen [Gesù], [...] il Principio della creazione di Dio” (Apocalisse [Rivelazione] 3:14).

    Questo insegnamento caro Cono DISONORA DIO

  14. #74
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Registrato dal
    17/07/06
    residenza
    Empoli
    Messaggi
    44,600
    Quote Originariamente inviata da andreric Visualizza il messaggio
    Caro Cono
    Non ti arrampicare sugli specchi, dammi se puoi la risposta a queste domande scritturali! grazie ciao
    21 domande: Ma se leggi anche solo il Prologo di Giovanni disponi dell'unica Risposta, carissimo. Chi vede Cristo vede Dio. Contemplando il Figlio, comprendiamo il Padre.
    amate i vostri nemici

  15. #75

    Trinità

    Caro Cono Giovanni parla di DUE persone, NON di TRE ,comunque non vuoi rispondere alle domande, questo significa che la trinità NOn ha fondamento nellle Scritture ciao

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •