Pagina 7 di 10 primaprima ... 345678910 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 91 a 105 su 136

Discussione: 70.000

  1. #91
    abstract L'avatar di Yele
    Registrato dal
    16/08/16
    residenza
    terre piatte
    Messaggi
    3,263
    Quote Originariamente inviata da Misterikx Visualizza il messaggio
    la Montalcini non é mai stata e non lo sarebbe mai acida ,era di una grazia di altri tempi..e tante altre come lei

    la donna attraente magari é arrogante e sgarbata per difendersi dalla sua immagine di bella..
    ma la cozza acidula frustrata da che deve difendersi?
    dalle "presunte" advance di qualche sfigato..
    Pensoche tu non abbia mai letto la biografia della Montalcini

    te la consiglio, si chiama "Elogio dell'imperfezione".
    Non si è mai sposata, del resto.

  2. #92
    abstract L'avatar di Yele
    Registrato dal
    16/08/16
    residenza
    terre piatte
    Messaggi
    3,263
    Quote Originariamente inviata da axeUgene Visualizza il messaggio
    se poi ti riferisci non alla moglie, ma alla condizione matrimoniale in sé, allora il discorso cambia, e secondo me proprio in termini di complementarità, perché con una sconosciuta si può essere più se stessi, con i propri lati che la morale giudica oscuri e da rimuovere, che con una moglie, a prescindere dalla persona e dalla relazione.


    brutta concezione dello stare in coppia

  3. #93
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Registrato dal
    17/04/10
    residenza
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    11,679
    Quote Originariamente inviata da Yele Visualizza il messaggio
    Considerando come sono andate le cose, non so se sia il più efficiente...
    ma sei un maschio, è ovvio che tu debba trovare che sia più "efficiente" così
    io dico che è il più efficiente perché è il modello che si è imposto, nell'arco di migliaia di anni, in una scala in cui l'efficienza consiste esattamente nel prevalere su altri modelli, come istituzionalizzazione stabile di rapporti di forza; non in un mio giudizio di preferenza;

    Quote Originariamente inviata da Yele Visualizza il messaggio


    brutta concezione dello stare in coppia
    può darsi; non mi illudo di essere libero da tante inibizioni associate al ruolo e alle aspettative, né che una comunicazione "franca" sia davvero tale al 100%; sono ancora convinto che ognuno abbia sempre delle cose che non dice, spazi e desideri solo propri, esclusivi, guarda te... .asd:
    c' del lardo in Garfagnana

  4. #94
    abstract L'avatar di Yele
    Registrato dal
    16/08/16
    residenza
    terre piatte
    Messaggi
    3,263
    Quote Originariamente inviata da axeUgene Visualizza il messaggio
    io dico che è il più efficiente perché è il modello che si è imposto, nell'arco di migliaia di anni, in una scala in cui l'efficienza consiste esattamente nel prevalere su altri modelli, come istituzionalizzazione stabile di rapporti di forza; non in un mio giudizio di preferenza;
    L'idea che "il più efficiente" sia quello che prevale, è uno tra i tanti modi di concepire l'efficienza.
    In questa logica allora l'assassino è più efficiente della persona che non uccide, perché prevale su di lui.
    Lo stupratore è più efficiente dello stuprato, perché prevale su di lui.
    Lo schiavista è più efficiente dello schiavo, perché prevale su di lui.
    E così via.

    Per me il più efficiente è quello che si integra nell'ecosistema che lo ospita senza distruggerlo, ma eventualmente sfruttandone al massimo le potenzialità, senza danneggiarlo. E non è questo che si è imposto.

  5. #95
    abstract L'avatar di Yele
    Registrato dal
    16/08/16
    residenza
    terre piatte
    Messaggi
    3,263
    Quote Originariamente inviata da axeUgene Visualizza il messaggio
    può darsi; non mi illudo di essere libero da tante inibizioni associate al ruolo e alle aspettative, né che una comunicazione "franca" sia davvero tale al 100%; sono ancora convinto che ognuno abbia sempre delle cose che non dice, spazi e desideri solo propri, esclusivi, guarda te... .asd:
    tra avere uno spazio privato e nascondere sistematicamente parti di sé perché (evidentemente) non ci si sente a proprio agio con il proprio partner...c'è un po' di differenza

  6. #96
    Quote Originariamente inviata da Misterikx Visualizza il messaggio
    era certamente quello che gli ha fatto intendere Valeria Marini quando si é messa con Vittorio Cecchi Gori..o la Gregoracci con Briatore .. etc etc
    "CAZZO QUANTO MI PIACI!"
    ma lo hai visto che panza?!
    No scusa, non ti seguo... io parlavo per me.
    https://www.youtube.com/watch?v=LvmOzze_Na0

    I'm the one, everybody's waited for.....Scream for me, a romantic modern hero..... I'm a super hero....

  7. #97
    whatever.. L'avatar di Misterikx
    Registrato dal
    24/03/05
    residenza
    estero
    Messaggi
    12,879
    Quote Originariamente inviata da bumble-bee Visualizza il messaggio
    No scusa, non ti seguo... io parlavo per me.
    intendo dire che ovvio tutti vorremmo qualcuno che gli piaciamo o che perlomeno ce lo faccia credere...
    " Non siamo in un salotto borbonico col mignolo sollevato e l'inchino obbligatorio. Qui siamo tutti uguali. Non ti aspettare in un forum cose difficili da trovare pure tra amici e parenti." Nahui

  8. #98
    Opinionista L'avatar di Tiberio
    Registrato dal
    16/08/16
    residenza
    Provincia di Savona
    Messaggi
    1,422
    Quote Originariamente inviata da Misterikx Visualizza il messaggio
    intendo dire che ovvio tutti vorremmo qualcuno che gli piaciamo o che perlomeno ce lo faccia credere...
    condivido
    Dolce e chiara è la notte e senza vento.

  9. #99
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Registrato dal
    17/04/10
    residenza
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    11,679
    Quote Originariamente inviata da Yele Visualizza il messaggio
    L'idea che "il più efficiente" sia quello che prevale, è uno tra i tanti modi di concepire l'efficienza.
    In questa logica allora l'assassino è più efficiente della persona che non uccide, perché prevale su di lui.
    Lo stupratore è più efficiente dello stuprato, perché prevale su di lui.
    Lo schiavista è più efficiente dello schiavo, perché prevale su di lui.
    E così via.
    beh, certo; l'efficienza è definibile solo come capacità di conseguire obiettivi, diversi da soggetto a soggetto; l'efficienza della leonessa è inefficienza della gazzella che manca l'obiettivo di sopravvivere; il kamikaze è efficiente ? se ha messo in conto di morire, direi di sì; se l'omicida contava di farla franca e non ci riesce, non è stato efficiente;

    Per me il più efficiente è quello che si integra nell'ecosistema che lo ospita senza distruggerlo, ma eventualmente sfruttandone al massimo le potenzialità, senza danneggiarlo. E non è questo che si è imposto.
    appunto, per te; ma se io me ne strabatto le palle dell'ambiente e dei posteri, e voglio guidare il SUV finche campo, mangiarmi tutto il tonno che mi pare, ecc... non puoi dirmi che sono inefficiente;

    piuttosto, nella fattispecie, dato che sei antropologa, la questione che mi aspettavo tu ponessi sarebbe stata:
    perché, dal momento che le culture sono tante e diversissime, l'idea di "efficienza sociale", auspicabilità della prostituzione si è diffusa in modo più o meno ubiquitario anche in luoghi molto distanti, che non hanno vissuto l'imposizione di modelli eteronomi, come Cina, Giappone, India, per citare solo aree demograficamente rilevanti ?

    ora, se la prostituzione fosse una circostanza determinata essenzialmente dalla cultura, e prevalentemente sovrastrutturale, poco condivisa come prassi sociale, ti dovresti aspettare una variabilità del fenomeno di ampiezza paragonabile alla varietà dei modelli culturali;
    ora, io non ho studiato antropologia all'università, perciò non è la mia materia, ma non mi sembra che questo sia il caso;

    quando trovi un tratto comportamentale comune a culture molto distanti tra loro - per esempio, la mimica facciale che esprime determinati sentimenti - devi ipotizzare una radice evolutiva molto arcaica e strutturale di quel tratto, esattamente come valuti l'albero delle lingue.
    c' del lardo in Garfagnana

  10. #100
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Registrato dal
    17/04/10
    residenza
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    11,679
    Quote Originariamente inviata da Yele Visualizza il messaggio
    tra avere uno spazio privato e nascondere sistematicamente parti di sé perché (evidentemente) non ci si sente a proprio agio con il proprio partner...c'è un po' di differenza
    io la vedo più complessa; nel senso che lo status di amante, quando diventa partner stabile cambia; perché l'attaccamento induce ad evitare comportamenti che possono - o si teme possano - incrinare la solidarietà di coppia; magari ti tromberesti la vicina di pianerottolo, ma non lo dici, anche se teoricamente dovresti suscitare una tollerante benevolenza;
    ti pare che ordinariamente le coppie siano un luogo di comunicazione felice e disinibita, di comprensione sempre e comunque ? a me pare, prevalentemente, di no; spesso si occultano anche pensieri "innocenti", per il timore che siano fraintesi o che creino dolore, chiusura, che vadano ad intaccare l'autostima del partner;

    poi, anche le persone più affezionate ed intime hanno sempre sentimenti ambivalenti, e non è affatto detto si tratti di cose di cui vergognarsi, ma nemmeno tanto facili da ammettere; di solito, il sesso è l'imbuto in cui finiscono tutte 'ste cose, perché è il momento in cui si dovrebbe essere più autentici ed indifesi; infatti, le coppie poco comunicative, con questioni rimosse, smettono di farlo o lo fanno poco e in modalità "fredda", anche se i due continuerebbero a piacersi, a trovarsi attraenti.
    c' del lardo in Garfagnana

  11. #101
    abstract L'avatar di Yele
    Registrato dal
    16/08/16
    residenza
    terre piatte
    Messaggi
    3,263
    Quote Originariamente inviata da axeUgene Visualizza il messaggio
    ora, se la prostituzione fosse una circostanza determinata essenzialmente dalla cultura, e prevalentemente sovrastrutturale, poco condivisa come prassi sociale, ti dovresti aspettare una variabilità del fenomeno di ampiezza paragonabile alla varietà dei modelli culturali;
    ora, io non ho studiato antropologia all'università, perciò non è la mia materia, ma non mi sembra che questo sia il caso;

    quando trovi un tratto comportamentale comune a culture molto distanti tra loro - per esempio, la mimica facciale che esprime determinati sentimenti - devi ipotizzare una radice evolutiva molto arcaica e strutturale di quel tratto, esattamente come valuti l'albero delle lingue.
    Non è detto (che la tua inferenza sia esatta).
    Il matrimonio esiste ovunque, ma è declinato culturalmente. I sistemi di parentela idem.

    Poi sono d'accordo (come ho già scritto) che ci siano alcuni fattori biologici arcaici che hanno portato a una interpretazione poco dissimile in tutte le culture. Questo, però, non presuppone un "fatto" naturale che non abbia subito una sovradeterminazione culturale.
    Insomma: le varie culture antiche, sotto certi aspetti non potevano che somigliarsi. Dunque i fattori biologici e culturali hanno operato nella stessa direzione. Ciò non significa che le culture non abbiano operato.

  12. #102
    abstract L'avatar di Yele
    Registrato dal
    16/08/16
    residenza
    terre piatte
    Messaggi
    3,263
    Quote Originariamente inviata da axeUgene Visualizza il messaggio
    io la vedo più complessa; nel senso che lo status di amante, quando diventa partner stabile cambia; perché l'attaccamento induce ad evitare comportamenti che possono - o si teme possano - incrinare la solidarietà di coppia; magari ti tromberesti la vicina di pianerottolo, ma non lo dici, anche se teoricamente dovresti suscitare una tollerante benevolenza;
    capisco, ma non condivido. Nel senso che, personalmente, se sto con qualcuno, voglio poter essere libera con quella persona, altrimenti è del tutto inutile.
    Cioè se devo fingere come con gli altri, allora a che serve ?
    ti pare che ordinariamente le coppie siano un luogo di comunicazione felice e disinibita, di comprensione sempre e comunque ? a me pare, prevalentemente, di no; spesso si occultano anche pensieri "innocenti", per il timore che siano fraintesi o che creino dolore, chiusura, che vadano ad intaccare l'autostima del partner;
    Sì capisco che molti ragionino così, purtroppo per loro.
    Io ho altre idee.

  13. #103
    whatever.. L'avatar di Misterikx
    Registrato dal
    24/03/05
    residenza
    estero
    Messaggi
    12,879
    Quote Originariamente inviata da Yele Visualizza il messaggio
    capisco, ma non condivido. Nel senso che, personalmente, se sto con qualcuno, voglio poter essere libera con quella persona, altrimenti è del tutto inutile.
    Cioè se devo fingere come con gli altri, allora a che serve ?
    fammi capire ; vuoi sentirti libera di dirgli (al tuo partner)le tue intime considerazioni su un tizio,che ritieni interessante, senza minimamente pensare che questo potrebbe inescare un meccanismo di "confrontazione " tra lui e l´altro?

    e ovviamente pure lui lui si sentirá altrettanto libero di dirti le sue...due libri totalmente aperti..é questo che idealizzi?
    " Non siamo in un salotto borbonico col mignolo sollevato e l'inchino obbligatorio. Qui siamo tutti uguali. Non ti aspettare in un forum cose difficili da trovare pure tra amici e parenti." Nahui

  14. #104
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Registrato dal
    17/04/10
    residenza
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    11,679
    Quote Originariamente inviata da Yele Visualizza il messaggio
    capisco, ma non condivido. Nel senso che, personalmente, se sto con qualcuno, voglio poter essere libera con quella persona, altrimenti è del tutto inutile.
    Cioè se devo fingere come con gli altri, allora a che serve ?


    Sì capisco che molti ragionino così, purtroppo per loro.
    Io ho altre idee.
    io non credo si possano escludere pulsioni e desideri potenzialmente distruttivi della coppia; credo, invece, che un soggetto inibito possa elaborare un sé stesso purgato, da far esprimere, a quel punto, sinceramente, anche in buona fede, rimosse quelle pulsioni;
    una delle spiegazioni che gli scambisti o altri praticanti di eccentricità sessuali danno delle loro pratiche è esattamente quella di neutralizzare, rendendole palesi, queste pulsioni, e farlo consapevolmente e in accordo, anziché rimuoverle;

    io rientro ancora tra gli inibiti, ma non mi illudo troppo di una libertà di essere se stessi in coppia così facile e autentica.
    c' del lardo in Garfagnana

  15. #105
    abstract L'avatar di Yele
    Registrato dal
    16/08/16
    residenza
    terre piatte
    Messaggi
    3,263
    Quote Originariamente inviata da Misterikx Visualizza il messaggio
    fammi capire ; vuoi sentirti libera di dirgli (al tuo partner)le tue intime considerazioni su un tizio,che ritieni interessante, senza minimamente pensare che questo potrebbe inescare un meccanismo di "confrontazione " tra lui e l´altro?

    e ovviamente pure lui lui si sentirá altrettanto libero di dirti le sue...due libri totalmente aperti..é questo che idealizzi?
    Non idealizzo niente, ho sempre vissuto le relazioni senza falsità e non ho mai avuto problemi, perché scelgo le persone con cui si può fare tranquillamente.


    Comunque si dice "comparazione" oppure "confronto", ma "confrontazione" non esiste in italiano

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •